Come per i pesci il mare. Lettera sul Novecento: orrori, speranze, utopie e disincanti eBook

Come per i pesci il mare. Lettera sul Novecento: orrori, speranze, utopie e disincanti PDF. Come per i pesci il mare. Lettera sul Novecento: orrori, speranze, utopie e disincanti ePUB. Come per i pesci il mare. Lettera sul Novecento: orrori, speranze, utopie e disincanti MOBI. Il libro è stato scritto il 2019. Cerca un libro di Come per i pesci il mare. Lettera sul Novecento: orrori, speranze, utopie e disincanti su tegliowinterrun.it.

Tegliowinterrun.it Come per i pesci il mare. Lettera sul Novecento: orrori, speranze, utopie e disincanti Image

ISBN: 9788871867601

DIMENSIONE: 9,20 MB

DATA: 2019

NOME DEL FILE: Come per i pesci il mare. Lettera sul Novecento: orrori, speranze, utopie e disincanti.pdf

AUTORE: Maria Soresina

DESCRIZIONE

La mia patria, dice Dante, è il mondo, "come per i pesci il mare". Il sogno anarchico di un mondo senza frontiere, senza Stati, senza guerre è il filo principale che attraversa questo libro e ne costituisce il messaggio essenziale: l'esortazione a non tradire l'anelito alla libertà e alla pace, a non lasciarsi ingannare dalle tante sirene, né fermare dalle porte chiuse, dalla paura. Altri fili concorrono a formare una tela complessa: la vita della madre viennese dell'autrice, raccontata al giovane nipote con il linguaggio semplice di una lettera, e il filo nero della storia del Novecento, i suoi orrori, i veleni seminati e tutt'altro che smaltiti, gli aspetti assurdi e grotteschi delle politiche di allora e di sempre. È un libro profondo, coinvolgente, che fa riflettere ponendo il lettore di fronte a temi drammatici come l'antisemitismo, spinosi come il rapporto Israele/Palestina, attuali come le migrazioni dall'Africa, dolorosi come le vicende familiari. Maria Soresina, con la consueta libertà di pensiero che ha caratterizzato i precedenti libri su Dante, in queste pagine leva con fervore la sua voce «contro»: contro le guerre, i razzismi, la violenza, i nazionalismi, le Chiese, i partiti e la nostra pseudo-democrazia. Anche contro il marxismo, che l'autrice vede in opposizione all'anima migliore della sinistra: l'anarchia non-violenta di Tolstoj e Landauer, che tante analogie ha con il mondo perduto dei catari e il bello viver di cittadini cantato da Dante.
SCARICARE
LEGGI ONLINE

La mia patria, dice Dante, è il mondo, come per i pesci il mare.Il sogno anarchico di un mondo senza frontiere, senza Stati, senza guerre è il filo principale che attraversa questo libro e ne costituisce il messaggio essenziale: l'esortazione a non tradire l'anelito alla libertà e alla pace, a non lasciarsi ingannare dalle tante sirene, né fermare dalla paura.

Come per i pesci il mare Lettera sul Novecento: orrori, speranze, utopie e disincanti. La mia patria, dice Dante, è il mondo, come per i pesci il mare. Il sogno anarchico di un mondo senza frontiere, senza Stati, senza guerre è il filo principale che attraversa questo libro e ne costituisce il messaggio essenziale:

LIBRI CORRELATI

Genetica e biologia molecolare.pdf

Il grande Guy.pdf

Sulla spiaggia e di là dal molo.pdf

I funghi dal vero. Vol. 1.pdf

One piece. Vol. 17.pdf

ADR 2015. Con software.pdf

Guida alla sopravvivenza.pdf

La sindone del diavolo. Un'indagine di Dante Alighieri.pdf

Codice civile esteso. Annotato esclusivamente con le massime più significative e con le sentenze delle Sezioni Unite.pdf

Il cuore immacolato. La storia e le preghiere del culto più importante di Fatima.pdf

Opere e kabuki. Due civiltà a confronto.pdf

Il meraviglioso mago di Oz. Fiabe intagliate. Ediz. a colori.pdf

Fafhrd & Graymouser. Vol. 4.pdf